26 Aprile 2020: SFOGLIAMI.IT

L’immaginario dei bambini al tempo del Coronavirus

D
ue semplici domande ai bambini:
– Puoi disegnare il coronavirus?
– Cosa si potrebbe fare per sconfiggerlo?

È giusto permettere ai bambini di avvicinarsi alla paura che circola nell’aria attraverso un linguaggio più appropriato. Permettere loro di disegnare, condividere, dare un volto a qualcosa di sconosciuto.

L’assiduità in cui noi adulti guardiamo le notizie televisive dà la misura della nostra angoscia. Ascoltando, informandoci, pensiamo di controllare la paura. Perché no?
Ma i bambini cosa pensano?
Come possono esprimere le loro paure ?

Bene sarebbe farli disegnare, raccontare storie, belle come quella che ho condiviso o altre, evitare il non-detto che produce più ansia in loro. Un po’ come è successo per l’11 settembre . Anche i bambini che all’epoca intervistai, piccoli e grandi e di due nazionalità diverse, erano pieni di paure ma poche persone dicevano loro quello che stava accadendo, pensando, ingiustamente, di evitare loro un problema. Si vedevano invece dai loro disegni e da quello che dicevano che erano molto più impauriti dei loro genitori.

Non dimentichiamo che i bambini ci guardano e vedono nei nostri occhi le nostre preoccupazioni

Lasciandoli esprimere, semplicemente permettendo di poter dire o disegnare qualcosa, daremmo loro una possibilità di diventare attivi e non più passivi, di far parte di un momento condiviso con la loro famiglia, di scaricare quella tensione che sicuramente avvertono nell’aria.

Le risposte sono meravigliose. Soprattutto quelle dei bambini più piccoli, che hanno un immaginario più libero dalle ingerenze di quello degli adulti.
“Questo disegni sono un dono raro. Sono felice di averli ricevuti. È aver fissato, impresso, questo tempo particolare. Impensabile. Essere diventati protagonisti di questo momento. Per me sono tutti uno diverso dall’altro, unici, originali, preziosi.”
Ne è stato realizzato un libro sfogliabile che merita di essere visto, utilizzando uno schermo grande magari di un pc.

Sfoglia il libro